emporiosostenibile degni sport ferridamontagna logoorsimarsicani zana_luco
1 2 3 4
  • storia Proposte Eventi Tradizioni Chiese Musei Borghi e località Archeologia Storia
  • natura Proposte Eventi Equipaggiamento Sport Itinerari Flora e Fauna Parchi Territorio
  • dormire

    Spa-Centro Benessere Rifugi Camping Hotel
  • tavola pic nic agriturismo prodotti tipici ristoranti cucina tipica

Biciclettata Palentina "Il bello della natura, l'incuria dell'uomo"

Sabato 11 agosto 2012 dalle 16.30

Biciclettata Palentina

PROGRAMMA

Ore 16.30: Raduno presso il complesso ricreativo della Pro-Loco di Cese (via C.Cattaneo 2, subito dopo l´uscita del paese direzione Capistrello)

Ore 17.00: Partenza Biciclettata (28 km circa)

Ore 19.30: Rientro presso il complesso ricreativo della Pro-Loco di Cese

Ore 19.45: Tavola rotonda con le istituzioni ed i rappresentanti delle associazioni presenti

Ore 20.15: Cena popolare

Ore 21.30: Concerto


La prima edizione della “Biciclettata Palentina” nasce dall’idea di mostrare la bellezza paesaggistica ed ambientale dei Piani Palentini promuovendo l’utilizzo della bicicletta come mezzo ecologico per eccellenza e ponendo contemporaneamente l’accento sul problema delle micro-discariche presenti su tutto il territorio palentino e marsicano. Le micro-discariche stanno diventando di giorno in giorno sempre più numerose e pericolose, e fino ad ora è stato fatto poco o niente, a livello istituzionale, per risolvere questo problema.


Sul territorio palentino gravitano quattro comuni: Capistrello (Capistrello-Corcumello), Scurcola Marsicana (Scurcola-Cappelle dei Marsi), Tagliacozzo (Villa San Sebastiano) ed Avezzano (Cese). La gestione separata dei rifiuti da parte delle suddette amministrazioni ha portato a linee di gestione differenti e, di conseguenza, a un continuo incremento di rifiuti liberi su tutto il territorio. In particolare, l’avvio della raccolta differenziata porta-a-porta nei comuni di Tagliacozzo, Scurcola e Capistrello, assieme all’inciviltà di alcuni ed all’assenza di controlli istituzionali, ha causato l’incremento del pericoloso fenomeno di abbandono dei rifiuti nella campagna palentina. Un fenomeno parallelo è rappresentato dall’aumento di rifiuti convogliati nei raccoglitori di Cese, unico abitato dei Piani Palentini a non aver ancora usufruito dell’attivazione della raccolta porta-a-porta. Il rischio maggiore, in tale contesto, è che con l’arrivo della differenziata anche a Cese il numero delle micro-discariche cresca vertiginosamente, con un’incidenza ancor più elevata nel periodo estivo.

Come “Mapuche” crediamo sarebbe utile che i comuni interessati lavorassero in sinergia per trovare una soluzione che vada al di fuori delle singole gestioni comunali e offra un approccio di livello territoriale. La biciclettata, oltre a promuovere l’utilizzo del mezzo come valida alternativa agli spostamenti in loco, mira proprio a porre l’accento sul problema delle micro-discariche presenti sul territorio palentino. L’obiettivo ultimo è dunque quello di avviare un processo di condivisione e di gestione della questione rifiuti da parte di tutti gli attori politici presenti sullo stesso territorio.
Altro obiettivo legato all’iniziativa è l’avvio di un parallelo progetto di valorizzazione naturale, storica, architettonica, culturale e gastronomica del territorio palentino attraverso la riscoperta e la riqualificazione delle risorse non solo ambientali dell’intera area e delle comunità presenti.

facebook

sabato 18 febbraio 2012
joomla template